verdezampa

di Vito Messina

La strada che hanno tracciato è già storica, sotto certi aspetti. Perchè la VerdeZampa di Giacomo Lima – che si trova in via Montepellegrino 119, a Palermo – è soltanto l’ultimissimo atto di un lungo “cammino” di famiglia. Uno dei più belli. Uno di quelli in cui dalle difficoltà emergono nuove idee e nuove collaborazioni, ambienti di lavoro in cui si
naviga in gruppo, si cade e ci si rialza in gruppo, si progetta in gruppo. Ma soprattutto, si vince in gruppo.

“Abbiamo iniziato con l’azienda di mio padre Salvatore – racconta Lima –, nel lontano 1984. Sempre qui, in via Montepellegrino, con la Agricoltore Srl. Prodotti diversi, esperienze diverse, ma la carica e la voglia di far bene erano identiche. Purtroppo i venti di crisi, all’inizio del Duemila, ci hanno fatto rimboccare le maniche ed intraprendere un altro progetto, che ci ha spinto all’affiliazione ad un marchio di prestigio come quello di Animalia”.

Ma si è trattato, per così dire, soltanto di una parentesi. Perché dopo 4 anni, forte di profitti più che rassicuranti, l’azienda ha “tagliato” le partnership e deciso di percorrere la via della totale indipendenza. Da lì, si è sviluppata l’idea pensata per tutti coloro che hanno l’hobby del giardinaggio ed amano la compagnia degli animali.

Il viavai, nel “pet and garden shop” palermitano, è continuo e crescente. “Il nostro spirito – prosegue il proprietario – non si limita alla semplice vendita o al consiglio, ma vuole contribuire a dare soluzioni ragionevoli, a rafforzare il rapporto umano e di condivisione, ad esortare l’amore verso le creature”.

Già, le “creature”. Quante volte Lima avrà pensato ad ospitare temporaneamente anche cani, gatti o tartarughe in cerca di nuovi padroni? “A dire il vero – spiega – quello di vendere gli animali è stato più di una volta il nostro pensiero, ma abbiamo sempre fatto un passo indietro: servirebbe, infatti, la massima attenzione. Non è facile: dovremmo garantire uno stato di salute ottimo, oltre a tante altre cose”. Di certo, c’è qualcosa che da sempre in sede ha brillato: il rapporto che si crea con i clienti, con il tempo sempre più forte. “Anche perché – racconta Lima – viene a trovarci ogni genere di “padrone”: quello apprensivo, quello superattento alla salute degli amici a quattro zampe o, ancora, colui che trova per strada un cucciolo abbandonato e fa di tutto per regalargli una nuova ed appagante vita. Vivere quotidianamente storie di ogni genere fa bene anche a noi, che dal canto nostro non facciamo mancar nulla ai nostri clienti”.

A proposito di amore per gli animali, Lima sente il bisogno di affrontare tematiche più ampie e profonde: “Io condivido il senso dell’amore in quanto tale. L’amore non fa distinzione fra uomo, animali o natura. Io sono un agricoltore e provo “amore” per la natura, ma partendo da questo concetto dobbiamo capire che questo stesso amore – sottolinea – deve essere prima di tutto per il nostro simile, che è l’uomo. Proprio questo, poi, ci permetterà di amare tutte le altre cose, perché tutto va condiviso. Vorrei evitare, o lasciar da parte, l’idolatria, il senso “religioso” delle cose: tutto, insomma, deve venire dopo il benessere dell’uomo. E soltanto dopo, di quello dell’animale”.

Il mondo 2.0 sposta su internet quasi ogni forma pubblicitaria. E il viaggio riguarda anche VerdeZampa: “Abbiamo puntato tutto sugli spazi offerti da Facebook, che assicura una comunicazione veloce. Cosa che ci permette anche di fare marketing. Offerte speciali per i clienti? L’occasione la creiamo al momento. Mettere un prodotto in offerta oggi è riduttivo, per il semplice fatto che ci sia una tale vastità di prodotti a disposizione”.

“Ad ogni modo – conclude Giacomo Lima – noi con il cliente vogliamo creare un rapporto di fedeltà e reciprocità, dunque per la continuità della relazione creiamo quell’opportunità di tesseramento o raccolta punti in modo che la fedeltà viene creata con buoni d’acquisto, che poi durante l’anno consegniamo”.

 

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *