Febbre da saldi in Sicilia? La misura il termometro del Sicily Outlet Village

E’ ormai da quasi un decennio che il Sicilia Outlet Village di Dittaino in provincia di Enna, come tutti i grandi centri commerciali, è divenuto un po’ il termometro dello stato di salute degli affari nell’isola, soprattutto quando si parla di periodo di saldi. E anche quest’anno non sono mancati i flussi massicci di avventori, soprattutto stranieri (giapponesi, russi e cinesi in primis), grazie a quali  si sono registrate code davanti agli store, fatturati da record e flussi in crescita, che hanno superato il trend dello scorso anno.

La filosofia del più grande centro commerciale all’aperto siciliano è sempre la stessa: “Comprare il massimo spendendo il minimo senza rinunciare all’etichetta firmata”, una sorta di marchio che ne ha rappresentato il punto forte, tale da farlo divenire meta di veri e propri “pellegrinaggi” anche per quanto riguarda le due maggiori aree metropolitane, Palermo (dal quale dista 120 km) e Catania (80 km): tutti sulla A19, e una volta giunti a meta, via alla caccia dell’affare, tra una sosta e l’altra presso i diversi punti food presenti, la fontana danzante nell’agorà principale, le due aree gioco per bambini e l’area parking gratuita; chicche che consentono di trascorrere una giornata all’insegna del relax e dello svago, in un tour a tappe tra gli oltre 140 negozi presenti in una location dal sapore retrò. Tornando ai meri dati, le associazioni di consumatori  e di categoria parlano di 2 milioni di famiglie interessate in Sicilia, per un giro d’affari che terrà il ritmo dello scorso anno e di uno shopping che vedrà in prima linea principalmente i viaggiatori che visitano l’Isola.

Facebooktwitterredditpinterestmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *